Che cos’è l’armocromia e a cosa serve

Indice del Blog

Questo mese parliamo di ARMOCROMIA ossia armonia dei colori.

Non tutti conoscono il sistema creato da Johannes Itten, un artista svizzero e docente presso la Bauhaus School of Art, in Germania.

Itten scrisse nel 1961 un libro, “L’Arte del colore”, in cui espone una nuova teoria dei colori che tiene conto di due caratteristiche: Temperatura (caldo o freddo) e Valore (chiaro o scuro).

Itten divide i colori in colori caldi (a base gialla) e colori freddi (a base blu).

Abbiamo quindi i colori primari: rosso o magenta primario, giallo primario e blu primario dai quai derivano tutti gli altri colori. Il bianco ed il nero, aggiunti ad essi, ci danno luminosità o profondità.

Fatta questa premessa andiamo a vedere che rapporto c’è tra armocromia, natura e make-up.

 

A COSA SERVE L’ARMOCROMIA?

 

Da questa suddivisione Itten, osservando la natura e l’alternarsi delle stagioni, creò quattro categorie cromatiche precise, basandosi sui colori che la natura assume proprio nelle quattro stagioni climatiche, inverno, primavera, estate e autunno e le collegò all’essere umano.

Ti chiederai quindi, “ma che rapporto c’è tra l’armocromia ed il make-up ed a cosa mi serve?”

Te lo spiego! Questa analisi del colore è uno strumento che ti permetterà di identificare i colori che ti valorizzano, sia nella scelta di abbigliamento e accessori che, in particolare, nella scelta del make-up!

Conoscendo l’armocromia riuscirai a scegliere i colori migliori in grado di esaltare il tuo viso.

Se riuscirai a capire quale sia la tua stagione di appartenenza, riuscirai ad individuare i prodotti make-up più adatti alla tua combinazione di pelle, occhi e capelli. Avrai un beauty case con palette o combinazioni di colori, praticamente perfette! Delle combinazioni di ombretti, rossetti, smalti con i quali potrai creare dei look capaci di dare luminosità alla tua pelle ed ai tuoi occhi…evitando, soprattutto, di sprecare soldi in acquisti sbagliati.

Non si apprezza l’armocromia fino a quando non si iniziano ad usare i colori della propria stagione! Adesso però andiamo a vedere le quattro stagioni.

ARMOCROMIA: LE QUATTRO TAGIONI

 

ARMOCROMIA: LE QUATTRO STAGIONI.

 

Secondo la teoria dei colori, i colori caldi e luminosi corrispondono a quelli che normalmente sono predominanti in natura durante la primavera: verde mela, verde smeraldo, viola pervinca, corallo, turchese, oro chiaro, giallo tipico dei narcisi, arancione, rosso aranciato…

I colori freddi invece corrispondono ai paesaggi estivi, ad esempio: blu come il mare, celeste, lilla del glicine in fiore, rosso rosato dell’anguria ecc..

Questi che ho fatto sono esempi di colore di valore chiaro, mentre di valore scuro possono essere le tonalità di colori freddi e scuri che possiamo vedere nei paesaggi invernali innevati: bianco della neve, il marrone come il tronco degli alberi, il nero del carbone, rosso delle bacche, il blu scuro del mare in inverno, il viola blu delle bacche di ginepro, grigio come i tetti delle case o del fumo delle stufe.

L’autunno invece ha tonalità di colori caldi e scuri come l’arancione della zucca, i marroni del cioccolato e delle caldarroste, rosso come una coppa di vino o il rosso del sole al tramonto, bronzo e oro delle foglie che cadono, il verde militare e il verde militare e verde bottiglia degli alberi.

 

ARMOCROMIA: LE STAGIONI IN GENERALE.

 

Possiamo concludere dicendo che: in PRIMAVERA troviamo colori caldi e luminosi come colori predominanti; in AUTUNNO predominano colori caldi e profondi; in INVERNO predominano colori freddi e scuri; in ESTATE troviamo colori freddi e luminosi.

In sintesi in base a questa teoria possiamo dire che ognuno di noi ha dei colori naturali che, a seconda di parametri come la temperatura, (calda o fredda) e del valore, (chiaro o scuro determinato da occhi, capelli naturali, pelle) rispecchia quei colori presenti in natura in una determinata stagione dell’anno.

Per stabilire quale sia la tua stagione,in una seduta di armocromia, vanno valutati il sottotono, il valore, il contrasto e l’intensità con il metodo del DRAPING, ossia dei drappi colorati di particolari tonalità che vengono posizionati sotto al tuo viso.

Andiamo a conoscere uno per uno cosa sono il SOTTOTONO, il VALORE, il CONTRASTO e l’INTENSITA’.

 

 

ARMOCROMIA. POWER STAY: scegli la tonalità perfetta per te

ARMOCROMIA: CHE COS’È IL SOTTOTONO?

 

Il SOTTOTONO è la temperatura dei nostri colori che si misura in una scala che va dal freddo al caldo. Un colore, come ho detto all’inizio, ha temperatura fredda se contiene del blu, calda se contiene del giallo.

La nostra pelle può dunque avere un sottotono più o meno freddo oppure più o meno caldo ma mai neutro.

ARMOCROMIA: CHE COS’È IL SOVRATONO?

Il SOVRATONO è lo strato più superficiale della pelle che, a seconda dei casi, possiamo dire che ci fa apparire “rosine, gialline, grigine, verdine”. Non conta come valore per identificare la nostra stagione, ma dobbiamo considerare se è concorde o discorde rispetto al sottotono per scegliere il nostro fondotinta.

 

ARMOCROMIA: CHE COS’È IL VALORE?

 

Il VALORE è semplicemente il tono, più facile da individuare rispetto al sottotono e si misura in una scala che va dal chiaro allo scuro. Il mix PELLE-OCCHI-CAPELLI può essere molto scuro o chiaro oppure mediamente scuro o chiaro a seconda del tono della pelle rispetto al tono degli occhi ed a quello dei capelli. Tutto questo ci porta al CONTRASTO.

 

ARMOCROMIA: CHE COS’È IL CONTRASTO?

 

Il CONTRASTO è il rapporto tra i valori di pelle, occhi e capelli. Più si somiglia il tono dei tre componenti meno contrasto ci sarà o viceversa.

Se anche soltanto uno di questi tre elementi ha un tono diverso dagli altri possiamo dire che il contrasto è alto.

 

ARMOCROMIA: CHE COS’È L’INTENSITÀ?

 

L’INTENSITÀ è la saturazione del colore, cioè quanto un colore è carico o pieno. Si misura su una scala dove si va dal BRILLANTE (BRIGHT) allo SMORZATO (SOFT).Dopo aver spiegato cosa si intende per SOTTOTONO, VALORE, INTENSITÀ e CONTRASTO possiamo dire che:

– INVERNO: sottotono freddo, valore scuro, contrasto ed intensità alti;

– PRIMAVERA: sottotono caldo, valore chiaro, contrasto ed intensità alti;

– AUTUNNO: sottotono caldo, valore scuro, contrasto ed intensità bassi;

– ESTATE: sottotono freddo, valore chiaro, contrasto ed intensità bassi

 

 

ARMOCROMIA: I COLORI

ARMOCROMIA: I SOTTOGRUPPI.

 

Poichè l’armocromia si applica a tutta la popolazione mondiale è impossibile pensare di racchiudere tutti gli esseri umani in 4 categorie soltanto.

Ci sono persone che presentano nella stessa misura tutte le caratteristiche di una sola stagione e quindi possiamo parlare di STAGIONI ASSOLUTE O PURE (TRUE).

Ci sono però anche persone che hanno caratteristiche di stagioni diverse in cui una predomina sulle altre, allora parliamo di DOMINANTE, che può essere solo una e identifica il sottogruppo:

– la stagione inverno sarà assoluta oppure scura, fredda o brillante;

– la stagione autunno sarà assoluta oppure scura , calda o soft;

-la stagione primavera sarà particolarmente chiara, calda o brillante;

– la stagione estate sarà assoluta oppure particolarmente chiara, fredda o soft.

 

ARMOCROMIA: SINONIMI.

 

Le stagioni hanno definizioni che possono essere identificate da vari sinonimi:

– Puro, assoluto, true;

– Scuro, profondo, deep;

– Freddo, cool;

– Caldo, Warm;

– Chiaro, Light;

– Soft, smorzato;

– Brillante, bright, clear.

 

 

ARMOCROMIA: SCOPRI LA TUA PALETTE DI COLORI

ARMOCROMIA: LE STAGIONI E LE CATEGORIE CHE NE DERIVANO.

 

Ricapitolando…

il primo elemento da considerare è il sottotono della pelle che rappresenta la temperatura del colore della nostra pelle, che può essere fredda o calda.

L’elemento da valutare è il tono della pelle che può essere chiamato valore ed è un parametro che va da chiaro a scuro. Si tratta, quindi, di stabilire se la tua pelle è chiara, media o scura.

Gli ultimi due parametri da considerare per stabile la tua stagione sono il contrasto e l’intensità, valori che spesso sono in accordo e determinano l’esito l’uno dell’altro.

Il contrasto si determina valutando il contrasto tra pelle, occhi e capelli.

La saturazione analizza quanto i tuoi colori naturali sono brillanti o meno.

Definiti tutti questi elementi sei pronta a stabilire la tua stagione di appartenenza.

 

ARMOCROMIA: LA PRIMAVERA.

 

Appartengono alla primavera le persone che hanno una pelle dal sottotono caldo e con tono chiaro.

Il contrasto tra pelle,occhi e capelli sono elevati.

La primavera armocromatica è esaltata da colori accesi, avvolgenti, perché essa attinge dai colori della natura che rinasce, come il verde acceso, il rosa, il corallo, i rosso e l’arancione, il viola e il glicine ..tutti colori caldi e brillanti carichi di luminosità.

Dalla primavera in armocromia derivano diverse categorie:

– primavera assoluta: valorizzata da colori caldi e brillanti, rossetti aranciati e pesca, capelli castani caldi-

– primavera light: colori chiari, pastello, ma di base caldi. Il make-up nude o pesca, capelli biondo caldo.

– primavera warm: con colori caldi come l’arancio. Il make-up è ambrato o dorato. I capelli sono spesso rossi naturali.

– primavera bright: colori brillanti e fluo, rossetti accesi e sgargianti dalla tonalità calda.

 

ARMOCROMIA: L’ESTATE.

 

Appartengono a questa stagione le persone che hanno la pelle dal sottotono freddo e con un tono chiaro.

Il contrasto e l’intensità dei colori di pelle, occhi e capelli sono bassi. (Esempio: biondo con occhi azzurri).

In estate, al contrario delle temperature climatiche, i colori sono freddi e chiari, ad esempio l’azzurro con tutte le sue sfumature. Ci sono poi colori come giallo e rosso fragola, mentre la gamma di colori comprende colori delicati ma freddi escludendo quelli troppo accesi.

Caratteristiche di questa stagione sono un sottotono freddo, valore chiaro, contrasto basso, intensità bassa. Le sue sottocategorie sono:

– estate assoluta: look dai colori freddi, rossetti nude rosati e tenui, capelli biondo freddo.

– estate light: colori freddi e chiari, make-up pastello e capelli biondo cenere.

– estate cool: tonalità fredde, rossetti lampone e capelli dal castano cenere al biondo freddo.

– estate soft: colori freddi, rossetto di varie tonalità del rosa, malva e lampone, capelli biondo cenere freddo.

 

ARMOCROMIA: L’AUTUNNO.

 

L’autunno è caratterizzato in natura da tonalità calde. Fanno parte di questa stagione le persone che hanno la pelle dal sottotono caldo e con un tono scuro.

Il contrasto e l’intensità dei colori di pelle, occhi e capelli hanno un valore basso.

La palette autunnale in armocromia include colori dal sottotono caldo, dal valore scuro, dal contrasto basso e dall’intensità bassa. Troviamo il giallo,l’arancio, il rosso.. tutti i colori della natura autunnale, il verde ottanio, blu petrolio. Vediamo adesso i suoi sottogruppi:

– autunno assoluto: valorizzato da colori caldi e tenui, make-up mattone, terracotta e ottanio, capelli castano caldo, fino al color miele.

– autunno deep: o autunno profondo, con colori caldi e intensi, make-up dal melanzana al terracotta,capelli castano caldo.

– autuno warm: con colori molto caldi, il make-up va dal color terracotta al rosso mattone. I capelli sono castani e rossi, ma non rosso “carota”.

– autunno soft: colori caldi e tenui, make-up occhi verde oliva e labbra nude, nocciola e caramello. Capelli castani fino al biondo miele.

 

ARMOCROMIA: L’INVERNO.

 

L’inverno è la stagione dei colori puri. Appartengono a questa stagione le persone che hanno un sottotono freddo e un tono chiaro, valore scuro e basso. Il livello di contrasto ed intensità è alto.

I colori sono quelli a base fredda, intensi e brillanti, come il bianco e il nero, il rosso, il blu ed il verde. Penalizzanti sono i colori a base calda, quindi no a tono aranciati, oro e marrone.

Possiamo dire che la winter armocromia si divide nei seguenti sottogruppi:

– inverno assoluto: colori freddi e scuri, rossetti malva, ciliegia, borgogna, nude rosati, capelli castano freddo fino al nero corvino, con riflessi blu o viola.

– inverno profondo: valorizzata da colori freddi e profondi, rossetti dal borgogna al ciliegia, fino al lampone , capelli castano freddo.

– inverno cool: colori freddi, rossetti nude, freddi, fino al malva ed al lampone. Per quanto riguarda i capelli c’è il biondo freddo, con radice castana, unico caso nella palette inverno.

– inverno bright: palette fredda ma brillante sia nel make-up che nell’abbigliamento. I capelli sono corvini.

 

 

ARMOCROMIA: CREA CON I NOSTRI FANTASTICI PRODOTTI LA TUA PALETTE.

Spero che questo articolo ti sia stato utile, ma adesso tocca a te! Prova ad individuare la tua palette.

 

Se vuoi aiuto per scoprire le palette più adatte a te o scegliere il make-up Avon che ti valorizza, contattaci.

Ti invitiamo anche a visitare la nostra pagina Instagram Networkersdigitali841 dove potrai vedere i nostri make-up o le novità AVON di ottobre.

 

Articolo di Serena Molinari.

Condividi l'articolo sui social
Facebook
WhatsApp
Email
135 anni testimoniano la nostra passione e il nostro compromesso sociale con la crescita e la libertà economica delle donne e la qualità dei nostri prodotti.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi offerte, promozioni, il catalogo digitale ogni mese. Oppure (se vuoi lavorare con noi) consigli, strategie, formazione e tanti contenuti per aiutarti con la tua attività Digitale, per farti diventare una Networker Digitale di successo. Promettiamo non riempirti di Spam (Non piacciono neanche a noi)